iten
Shopping ONLINE

Navigare in Croazia nuovo documento T2L

Navigare in Croazia nuovo documento T2L, attenzione amici velisti che navigherete nei prossimi giorni in Croazia con bandiera italiana o comunitaria, il governo locale richiede un nuovo documento relativo all’ IVA assolta che si chiama T2L, in pratica dovete dimostrare di aver pagato l’IVA sulla vostra barca.

Yacht Sail Design ti informa sulle normative fiscali legate al mondo della barca a vela

Navigare in Croazia nuovo documento T2L : il motivo del documento T2L

Questa è l’ultima novità, da quando la Croazia è entrata nella Comunità, vuole verificare che le barche che navigano nelle sue acque abbiamo assolto il pagamento dell’IVA.

Partendo dal presupposto che secondo quanto stimato dalle autorità locali e non solo molte barche che stazionano e navigano in Croazia non abbaiano assolto il pagamento dell’IVA e che pertanto nei marina croati ci sia una grossa fonte di evasione.

Navigare in Croazia nuovo documento T2L: cos’è il T2L ?

Il T2L è un documento doganale che attesta l’avvenuto pagamento dell’IVA e la libera circolazione delle merci nella CE, in alternativa anche la fattura di acquisto emessa dal cantiere e  sufficiente a certificare l’avvenuto pagamento dell’IVA.

Navigare in Croazia nuovo documento T2L : le varie eccezioni che si creano sono molteplici vediamole

Barche che sono arrivate in Croazia prima del 1 luglio 2013 (entrata Croazia nella CE)

L’armatore dovrà richiedere il documento T2L nella modalità “a posteriori” sempre se vuole stazionare in acque Croate.

Barche che sono arrivate in Croazia dopo il 1 luglio 2013 (entrata Croazia nella CE)

L’armatore dovrà presentare un documento comprovante che l’imbarcazione si trova in posizione comunitaria.

Navigare in Croazia nuovo documento T2L : chi lo emette ?

Abilitati all’emissione del T2L sono gli “spedizionieri doganali”.

Quali documenti allegare alla richiesta di emissione del T2L: se avete la fattura di vendita nazionale o comunitaria nessun problema il documento viene rilasciato senza alcun accertamento.

Se supponiamo la fattura non l’avete mai avuta in quanto la barca ha molti anni di vita e ha subito molteplici passaggi di proprietà è facile che tale documento non esista ma qui viene fatta una ulteriore distinzione tra:

  • imbarcazioni da diporto
  • natanti (sotto i dieci metri di lunghezza fuori tutto)

per le imbarcazioni da diporto in fase di richiesta del T2L dovrete allegare:

copia della licenza di navigazione il T2L verrà rilasciato senza ulteriori prove documentali ,in patica il legislatore  per concedere la regolare iscrizione nei registri della Capitaneria aveva in fase di iscrizione già verificato che gli adempimenti fiscali fossero stati assolti .

Se ci fosse una verifica da parte da parte dell’Ufficio preposto sarà necessario fornire anche una dichiarazione di atto di notorietà sottoscritta ai sensi art. 47 del D.P:R. 28/12 2000 e accompagnata da un documento di identità valido attestante l’avvenuto assolvimento ovvero l’assenza di tutti gli obblighi di carattere fiscale connessi al possesso dell’imbarcazione in argomento.

Per i natanti

Bisogna sempre dimostrare il pagamento dell’IVA attraverso la fattura o di una dichiarazione doganale a nome dell’attuale proprietario o di proprietari precedenti.

Potrà essere ritenuta valida la copia di estratto R.I.D. rilasciata dalla competente capitaneria attestante che il natante in esame,di dimensioni comprese tra 7,5 m. e 10 m. risultava iscritto nei Registri prima del citato Decreto Legislativo 18 luglio 2005 n.171.

Anche in questo caso a corredo della richiesta ai soli fini delle eventuali verifiche dei competenti uffici da allegare dichiarazione sostitutiva di atto notorio del D.P.R.28/12/2000 n.445 ed accompagnata da un documento di identità valido, attestante:

l’avvenuto assolvimento dell’IVA e di tutti gli obblighi di carattere fiscale.

L’eventuale assenza di stati e fatti a diretta conoscenza dell’interessato ed accertabili da parte dell’Amministrazione Doganale che possano contribuire a provare la posizione comunitaria del natante.

Navigare in Croazia nuovo documento T2L : le sanzioni

Le sanzioni vanno da 130 a 14000 euro per cui attenzione !!

Navigare in Croazia nuovo documento T2L : chi lo accerta e quando

L’accertamento da parte dei funzionari Croati può avvenire in qualsiasi momento non necessariamente in fase di entrata nel paese.

Navigare in Croazia nuovo documento T2L : a chi rivolgersi per ottenere il T2L

Il mio consiglio è di rivolgersi a una agenzia specializzata che nel giro di una settimana vi farà ottenere il documento, costo indicativo  150 euro + IVA ma alcune ne chiedono anche 300+IVA  il fai da te è complicato perché è difficile capirsi con lo spedizioniere non abituato a fare tali documenti  il costo è di circa 100 euro.

Navigare in Croazia nuovo documento T2L : cosa stà succedendo

In pratica da quello che si legge sulla stampa italiana e Croata gli accertamenti sono in questo momento concentrati su chi staziona tutto l’anno in Croazia, ma ci possiamo fidare ?

fax simile documento T2L

Navigare in Croazia nuovo documento T2L

Navigare in Croazia nuovo documento T2L

 Articolo Il Piccolo di Trieste

Navigare in Croazia nuovo documento T2L

Navigare in Croazia nuovo documento T2L

© Copyright www.yachtsaildesign.com 2013-2014. All rights reserved


Price:
Category:     Product #:
Regular price: ,
(Sale ends !)      Available from:
Condition: Good ! Order now!

by

CONSULTA  L' E-STORE

Clicca:INDICE  E-STORE
Troverai prodotti relativi a: