iten
Shopping ONLINE

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare: qualche riflessione utile per fare delle analisi

Le informazioni di Yacht Sail Design vi saranno utili

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare: un concetto relativo

Spesso, quando si parla di barche, il discorso tende a cadere sulla presunta “leggerezza” o “pesantezza” di un certo scafo e sulle ripercussioni in termini di prestazioni.

Valutare in modo oggettivo se una barca sia “leggera” o “pesante” in realtà è meno banale di quanto possa sembrare.

Il dislocamento, infatti, dice poco o nulla se non lo si rapporta alla lunghezza al galleggiamento dello scafo.
A tal fine, si possono utilizzare vari indici.

Il più conosciuto è il cosiddetto “dislocamento relativo” (displacement-length ratio in inglese), molto utilizzato in ambito anglosassone.

Dopo avere stabilito l’utilità del dislocamento relativo, vediamo come calcolarlo. Servono due grandezze:

  • il dislocamento della barca D;
  • la lunghezza al galleggiamento dello scafo Lwl.

Per ottenere dei valori significativi, entrambe le grandezze vanno convertite nelle giuste unità di misura.

Il dislocamento deve essere espresso in tonnellate imperiali (long tons).
Ogni tonnellata imperiale corrisponde a circa 1.016 kg.
La lunghezza al galleggiamento deve essere espressa in piedi.
E’ sufficiente moltiplicare il valore in metri per il fattore 3,28.

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare: la formula

La formula per calcolare il dislocamento relativo della barca è la seguente:

Non è il caso di spaventarsi, per effettuare il calcolo basta una normale calcolatrice o un foglio Excel.

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare : proviamo a fare un esempio

Consideriamo un Hallberg-Rassy 310. Consultando la brochure pubblicata dal cantiere scopriamo che la barca presenta una lunghezza al galleggiamento pari a 8,80 metri. Il dislocamento dichiarato è di 4.350 kg.
Convertendo entrambe le grandezze come descritto sopra si ottengono i seguenti valori:

  • il dislocamento D è pari a circa 4,28 tonnellate imperiali;
  • la lunghezza al galleggiamento è di circa 28,85 piedi.

Siamo pronti per applicare la formula:

Visto? Nulla di complicato.

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare: il dislocamento  relativo uno strumento per “classificare” le barche

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare

La vera utilità del dislocamento relativo è data dal fatto che esso consente di classificare le barche, comprendendone meglio il “carattere”

Chiaramente il dislocamento relativo tende a variare fortemente a seconda della tipologia di barca e dei materiali utilizzati. La tabella riportata di seguito, ricavata analizzando un campione di barche moderne, consente di farsi un’idea.

Tipologia di barca

Range per Dr

Valore medio per Dr

Crociera in acciaio

260-430

345

Crociera di altura in VTR

230-280

255

Crociera costiera

160-230

195

Crociera-regata

150-210

180

Regata

125-175

150

Day sailer

90-150

120

Come è facilmente intuibile, l’acciaio tende a dare dislocamenti relativi superiori rispetto alla vetroresina ed agli altri materiali. Analogamente, le barche da regata normalmente presentano valori inferiori rispetto a quella da crociera.

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare : Quale dislocamento considerare?

Fino ad ora ho utilizzato il termine “dislocamento” senza ulteriori precisazioni. In realtà il dislocamento può assumere vari significati:

  • dislocamento a vuoto;
  • dislocamento a mezzo carico;
  • dislocamento a pieno carico;
  • dislocamento di progetto.

Le prime tre definizioni non necessitano di spiegazioni. Soffermiamoci sul “dislocamento di progetto”. Esso serve a rappresentare il peso effettivo della barca in condizioni di navigazione e risulta molto utile per il progettista (e per il velista evoluto). Purtroppo si tratta di un dato che va ricavato, ma basta qualche semplice passaggio.

I cantieri, infatti, hanno tutto l’interesse a pubblicare il dislocamento a vuoto che risulta sempre inferiore.
Non ci sarebbe nulla di male se ciò fosse specificato chiaramente. Sfortunatamente accade solo in rari casi.

Proviamo a vedere quali voci occorre aggiungere al dislocamento a vuoto per ottenere il dislocamento di progetto:

  • due terzi delle scorte di acqua e gasolio;
  • metà dell’equipaggio massimo che la barca può ospitare ed i relativi bagagli per una crociera tipo (un fine settimana, una settimana o un mese, …);
  • scorte di cibo per la crociera tipo considerata.

Invito il lettore curioso a fare un pò di calcoli, magari prendendo in considerazione la propria barca.
Disponendo di qualche statistica, anticipo qualche conclusione.

Mediamente il dislocamento di progetto eccede del 10-20% quello a vuoto riportato nelle brochure.

Minori sono le dimensioni della barca, maggiore è la differenza.

Quando si progetta o si analizza una barca, si deve sempre fare riferimento al dislocamento di progetto, soprattutto se si utilizzano degli indici numerici, altrimenti si rischia di trarre delle conclusioni errate.

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare: Conclusioni

Tiriamo le somme di tutto il discorso appena fatto:

  • Per valutare in modo oggettivo se una barca sia “leggera” o “pesante” si può utilizzare un indice chiamato “dislocamento relativo”.
  • Il dislocamento relativo tende a variare a seconda della tipologia di barca considerata (regata, crociera, day sailer, …) e del materiale di cui essa è fatta.
  • In tutti i calcoli e le valutazioni si deve utilizzare il “dislocamento di progetto” che spesso è ben superiore al valore di dislocamento dichiarato dai cantieri.

Barca a vela il dislocamento: Links

Wikipedia cosa dice

Spazio in Wind

 Yacht Sail Design ti consiglia di leggere anche:

Progettare l'albero
Barca a vela i corsi di progettazione
Progettare il disegno nautico
Barca a vela tesi
Barca a vela le prestazioni
Barca a vela lo studio dei pesi
Barca a vela progettare bulbo e timone
Barca a vela progettare lo scafo
Barca a vela dimensionare

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare

Barca a vela il dislocamento quali formule utilizzare

© Copyright www.yachtsaildesign.com 2014-2015. Tutti i diritti riservati


Price:
Category:     Product #:
Regular price: ,
(Sale ends !)      Available from:
Condition: Good ! Order now!

by

CONSULTA  L' E-STORE

Clicca:INDICE  E-STORE
Troverai prodotti relativi a: