iten
Shopping ONLINE

Barca a vela frigorifero

Barca a vela frigorifero, impariamo ad usarlo e a ottimizzarlo

Yacht sail Design ti insegna a ottimizzare l'uso del frigorifero

Barca a vela frigorifero: l'utenza con il maggior assorbimento energetico

Il frigo in termine di consumo energetico (8 Ah) impone un'attenta gestione se vogliamo conservare i nostri cibi e mantenere fresca la nostra birra!

Barca a vela frigorifero: le variabili da tenere sotto controllo

Le variabili da tenere sotto controllo sono molteplici e riguardano sia la costruzione, che la gestione dell’apparecchio.

Barca a vela frigorifero: tipo di costruzione

  • il tipo di apertura: a pozzetto o con porta laterale, il primo tipo è quasi sempre maggiormente isolato e mantiene meglio il freddo e ha consumi inferiori anche se è di difficile gestione dal punto di vista dell'organizzazione interna, mentre i frigo con porta laterale sono molto sensibili in termini di prestazioni al numero di volte che vengono aperti, in quanto una maggior quantità di freddo viene dispersa.
  • verificate se l’isolamento è consistente o può essere aumentato
  • verificate se la porta chiude bene
  • se miglioriamo l’isolamento aumentiamo le prestazioni
  • anche il gruppo compressore deve essere ben ventilato e raffreddato
  • fate una verifica di quanto scalda il compressore e se le griglie di ventilazione sono sufficienti
  • anche i tubi del gas che vanno dal compressore alla cella del nostro frigo devono essere coimbentati.

barca a vela frigorifero

Barca a vela frigorifero: la manutenzione

La manutenzione del frigo consiste in una verifica sulla pressione del gas e sul buon funzionamento del compressore da parte di un frigorista, le prestazioni posso migliorare di molto, in genere questo intervento viene fatto dopo 5/6 anni o nel caso le prestazioni dell’apparecchio diminuiscano di molto.

Barca a vela frigorifero: anzianità

Anche l’anzianità del frigo è molto  importante, frigo con 10 anni consumano più energia dei frigo dell’ultima  generazione in quanto i frigo dell’ultimo tipo hanno un’efficienza sia termica che elettrica nettamente superiore.

Barca a vela frigorifero: come utilizzarlo

Importante è anche il modo di come lo carichiamo e di quanto lo apriamo, se lo riempiamo completamente di cibi  e bibite calde il frigo per entrare in temperatura ci metterà molto tempo in questo caso consiglio di caricare il frigo con largo anticipo sulla partenza e di sfruttare il più possibile la corrente a 220 v, se partite già “raffreddati” risparmierete molta energia dopo e avrete cibi e bibite molto più freddi.

Barca a vela frigorifero: miglioriamo le prestazioni

Se avete un frigo a pozzetto con lo scarico dell’acqua l’inserimento di una stecca di ghiaccio aumenterà le prestazioni per 24 ore con un grosso risparmio energetico.

Ma spegnere e riaccendere il frigo ci consente di risparmiare energia ?

Certamente si, ma con il rischio di avere i cibi caldi nel senso che questo tipo di gestione deve essere verificata con delle prove, in genere spegnerlo per un intervallo di 5/6 ore al giorno ci consente di risparmiare un bel numero di Ah (anche 40 Ah) i frigo dell’ultima generazione hanno sul quadro di regolazione la funzione “risparmio” provate a fare delle prove su quanto raffredda il frigo.

Barca a vela frigorifero: gli accessori

Tra gli accessori che suggeriamo sono l’installazione di un termometro che evidenzia esternamente al frigo la temperatura di utilizzo interna al frigo ci sarà di aiuto nel gestirlo, se non avete la funzione risparmio sul regolatore si può inserire un timer a 12 Volt che possiamo programmare, ci consentirà di aumentare la quantità di energia risparmiata.

Ultima cosa ricordatevi sempre che se lasciate il frigo acceso e ve ne dimenticate correte il rischio di scaricare completamente le batterie dei servizi e di rimanere senza energia, i frigoriferi dell’ultima generazione hanno una funzione salva batteria che staccano l’utenza quando la tensione scende sotto i 12 Volt. se non avete questo accessorio si può installare.

Barca a vela frigorifero: utilizzo energie alternative

Ma è possibile avere una completa autonomia  energetica del nostro frigo? Attraverso l’utilizzo di pannelli fotovoltaici? o meglio quale superficie di pannelli è necessaria per alimentare il mio frigo?

Partiamo sempre dal fatto che l’energia solare trasmessa dal sole è pari a 1000 Watt  per metro quadro e che i pannelli monocristallini (i pannelli con la resa più alta) hanno una resa pari al 14 % per cui per ogni metro quadro di pannelli avremo 140 W tale valore è abbastanza reale in estate con pannelli non orientati come nel caso di pannelli posati sul ponte di una barca mentre in inverno l’abbattimento è del 45% avremo circa 63 W per mq.

Per maggiore semplicità prediamo un pannello monocristallino di buona qualità e vediamo quanta superficie in cm quadrati mi serve per generare un Watt,

Per generare un Watt mi servono  in estate 7,79 cmq e circa il doppio in inverno 15 cmq.

Ma se il mio frigo rimane sempre acceso io consumerò in 24 ore: 70 W x 24 H=1.896 W, mentre come produzione di energia potrò contare su massimo sei ore di insolazione  in estate, supponiamo di utilizzare due pannelli da 100 w che misurano in totale 1,4 mq. per cui in una giornata avrò una produzione di circa 1.200 Watt a fronte di un consumo di circa 1.900 Watt, come vedete 1,4 mq. non sono sufficienti ad alimentare un frigo bisogna aumentare la superficie a tre pannelli da 100 W e siamo a 2,1 mq. per arrivare a circa 1.800 W.

Inoltre l’energia che produco di giorno dovrà essere immagazzinata nelle batterie che dovranno alimentare il frigo per le altre 18 ore pari a 1260 W pari a 105 Ah

Come vedete già 2,1 mq. di pannelli sono ingestibili su una barca piccola ,difficili da posizionare, l’unica soluzione è quella di spegnere il frigo per 6 ore al giorno in tal modo potrò risparmiare 420 W. e passare a un consumo giornaliero di 1.480 W gestibili con una superficie di circa 1,6 mq.

Barca a vela frigorifero : utilizzo  fotovoltaico

Come vedete i calcoli devono essere fatti attentamente verificando il periodo di utilizzo (estate – inverno),verificando il consumo del frigo, verificando quante ore al giorno dovrò spegnere il frigo e verificando se le mie batterie dei servizi sono in grado di gestire il frigo nelle ore nelle quali i pannelli non generano energia.

Barca a vela frigorifero: autonomia energetica

In genere per arrivare a una autonomia energetica che dia maggiori margini di sicurezza, ai pannelli solari si associa un generatore eolico che può funzionare su tutto l’arco delle 24 h ammesso ci sia vento, un piccolo generatore può arrivare a fornire 300 W ora supponiamo di avere 6 ore di vento con una velocità non inferiore a 6 Kn arriviamo a generare 1.800 Watt che è una bella integrazione al nostro bilancio energetico specie in ore notturne e/o di non isolamento.

Per cui l’autonomia energetica del frigo è raggiungibile!

Barca a vela frigorifero:sicurezza elettrica

Il frigor è un divoratore di energia per cui richiede attenzione nel suo utilizzo il rischio di rimanere con la batteria dei servizi a terra è abbastanza reale,solamente i frigor dell'ultimissima generazione dispongono di un sistema di sicurezza quando la batteria dei servizi scende sotto un certo livello.
Per evitare questo problema potete montare uno stacca batteria elettronico che appositamente tarato vi evita di rimanere a piedi con la batteria dei servizi preservando la batteria da una scarica profonda che la danneggerebbe.

Nell' E Store di Yacht Sail Design troverete lo stacca batteria elettronico prodotto dalla Victron esiste nelle seguenti versioni:

Batteria fino a   50 A
Batteria fino a 100 A
Batteria fino a 220 A

protezione batterie 100 a

Barca a vela frigorifero: conclusioni

Come vedete gli argomenti legati al frigorifero sono molteplici per arrivare a un corretto utilizzo bisogna conoscerlo molto bene

Barca a vela frigorifero: links

http://www.maremossoforzasette.it/articoli.aspx?c=57

Yacht Sail Design ti consiglia di leggere anche:

Regolatori di carica e ripartitori:
Barca a vela bilancio energetico:
Barca a vela monitoraggio impianto elettrico:

Barca a vela frigorifero: e store

Per una corretta gestione dell'impianto elettrico essendo il frigo la maggiore fonte di consumo delle batterie è importante sapere sempre quanta autonomia hanno le mie batterie,quanto tempo sarà necessario per ricaricarle stiamo parlando di una barca in navigazione,per avere ottime informazioni e aumentare la sicurezza di non rimanere con le batterie a zero consiglio di montare un monitor impianto elettrico/batterie della NASA MARINE
che troverete all'interno del nostro e store.

barca a vela frigorifero© Copyright www.yachtsaildesign.com 2014-2015. Tutti i diritti riservati


Price:
Category:     Product #:
Regular price: ,
(Sale ends !)      Available from:
Condition: Good ! Order now!

by

CONSULTA  L' E-STORE

Clicca:INDICE  E-STORE
Troverai prodotti relativi a: